La definizione di Coaching

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Esiste una bibliografia sterminata sul coaching con

decine di definizioni e di comparazioni con metodologie
affini o contigue, la parola non è stata tradotta, e
questo è significativo, viene inoltre usata in molte accezioni
diverse.
Si riportano quindi 3 definizioni complementari illustrando
i motivi di una scelta che è sicuramente solo
una delle tante possibili.

La prima definizione è quella di ICF – International
Coach Federation – la più grande associazione di coach
professionisti al mondo che attraverso i suoi
20.000 associati presenti in oltre 100 Paesi, si occupa
di favorire il progresso dell’arte, della scienza e
della pratica del Coaching Professionale.
ICF definisce il coaching come una partnership con
i clienti che, attraverso un processo creativo, stimola
la riflessione, ispirandoli a massimizzare il
proprio potenziale personale e professionale.

La seconda definizione è dovuta a Timothy Gallwey
citato da Sir John Whitmore: sbloccare il potenziale
di una persona per massimizzare le prestazioni…
non insegnando ma aiutando ad imparare.
Questa definizione, generata da chi per primo ha utilizzato
il coaching in ambito sportivo, rende chiaro
che il coaching ha come scopo primario il miglioramento
della performance e che il coach non è un docente
o un esperto ma qualcuno accompagna nell’apprendimento
creando le opportune condizioni.

La terza definizione, tratta dal sito www.coachinginsider.
com illustra in termini semplici e chiari come
avviene concretamente una sessione: il processo di
coaching è fondamentalmente una conversazione,
un dialogo tra coach e cliente in un contesto produttivo
ed orientato al risultato. Una conversazione
in cui, ponendo le domande giuste al momento
giusto, il coach incoraggia ed aiuta a considerare
prospettive e strategie diverse.
In questo caso è utile sottolineare la necessità di “un
contesto produttivo ed orientato al risultato” che indica
la necessaria volontà del cliente verso il risultato che
lo rende anche responsabile del suo conseguimento.
Per analizzare l’utilizzo pratico del coaching può essere
utile approfondire i dati di una ricerca compiuta
di recente interpellando coach, specialisti di risorse
umane e business leader.

 

Dott. Emanuele Addabbo :  Contattami

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento