Con lo sguardo altrove…dove non c’è nulla.

Provate a convocare il vostro team o tutti gli addetti del vostro reparto, chiedete loro di scrivere su un foglio di carta quali sono gli obiettivi della vostra organizzazione nel medio periodo (6 mesi o 1 anno).

Bene, vi accorgerete che ognuno ha una Visione difforme da tutti gli altri componenti del team. Ciò significa che si procede con visioni individuali, ognuno nella propria direzione, a random e ognuno arriverà in destinazioni diverse da tutti gli altri.

Quando accade questo la ragione è molto semplice. Non c’è una VISIONE condivisa, manca un sistema di VALORI, gli OBIETTIVI sono sfuocati, la MISSION è annebbiata.

Molte organizzazioni versano in questa situazione, che produce confusione e di conseguenza immobilismo.

Il Business Coaching aiuta le organizzazioni, partendo dall’alto, dal Top Management a definire bene lo SCOPO, ciò che devono tenere ben in vista, ciò su cui si volge lo sguardo; che non è solo il  PROFITTO, ma anche il benessere organizzativo, cioè lavorare bene insieme, l’armonia tra le persone. Senza questa pre-condizioni relazionali, le organizzazioni non producono adeguati risultati economici.

Non dimentichiamo che i comportamenti produttivi sono la naturale conseguenza del coinvolgimento emotivo nel progetto aziendale, che produce motivazione, cioè energia canalizzata nel fare bene le cose. Con interesse e attenzione al proprio operato. Se a questa energia profusa nel lavoro non corrisponde un adeguato riconoscimento economico ed emotivo, con segnali di conferma (feed-back) le energie umane cedono. Non si alimentano. Si disperdono. Il salario non basta, vanno sommati altri riconoscimenti in altre forma: incentivi, premi di produzione, benefits, avanzamenti di carriera…

Il lavoro come partecipazione attiva al processo di CREAZIONE del VALORE ECONOMICO ha perso VALORE!

Il Business Coach senza strumenti di questo tipo è impotente, è disarmato…

Tutti noi facciamo qualcosa in corrispondenza di aspettative di crescita e di miglioramento. L’assenza di aspettative sprigiona demotivazione. Alienazione.

Il settore dell’ospitalità ha perso di vista questa dimensione umana riducendo a manovalanza chi invece genera VALORE ECONOMICO.

La centralità della risorsa umana nell’ospitalità ha ceduto il suo primato alle tecnologie, alla distribuzione online delle camere da vendere, alla visibilità nel web. Dietro una camera pulita c’è una signora che lavora, dietro un pasto ben servito c’è un cameriere e un cuoco, alla plonge c’è un lavapiatti con la sua dignità. La somma della loro contribuzione alla creazione del servizio genera VALORE ECONOMICO, che qualcuno provvede a raccogliere con i canali web, non il contrario. E non è scontato che tutto il servizio avvenga come il cliente ci si aspetta se codesti Signori, ai piani, in sala in cucina e alla plonge non sono motivati e coinvolti.

La Web Reputation ha origine in quelle persone e in quei luoghi!

Senza coinvolgimento, senza una chiara definizione degli obiettivi, senza una definizione di Qualità diffusa le imprese coinvolte nel settore dell’ospitalità saranno alla mercé di strategie confuse e improduttive.

Cosa fa un Business Coach all’interno dell’organizzazione:

 – Definisce bene gli obiettivi

– Organizza le risorse umane secondo le loro naturali inclinazioni  in ruoli corrispondenti

– Definisce ruoli e contenuti

– Aiuta a migliorare il livello di prestazione professionale con percorsi di auto esplorazione

– Valuta le prestazione e le performance del singolo o del team

– Aiuta a far focalizzare lo sguardo su aspetti nodali

…e altro ancora
Dott. Emanuele Addabbo :  Contattami

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento