Articoli

Nessun errore è gratuito

Quanti errori si commettono ogni giorno in un’organizzazione…e chi paga?

Si, perchè nessun errore è gratuito. Quando vanno in frantumi stoviglie, si rompono attrezzature, carrelli, per noncuranza dei dipendenti, ricadono inevitabilmente su qualcuno che dovrà metter mani al portafoglio.

Ma come mai così tanti errori sui luoghi di lavoro…? Semplice, si è distratti, non si è concentrati, con il corpo si è lì e con la testa altrove.

San Benedetto scrive in una delle sue 73 Regole che: “devi usare gli attrezzi di lavoro come i vasi sacri dell’altare” per sottolineare la sacralità degli strumenti di lavoro per la vita comunitaria e per il lavoro da cui si ricava il cibo per la mensa.

Non essere centrati, presenti a se stessi, essere continuamente distratti da cellulari che squillano, o ci segnalano che ci sono messaggi in arrivo, tutto questo produce distrazione, latitanza dal luogo che si abita fisicamente…

Come si può rimediare a tutto questo? Beh, innanzitutto attirando l’attenzione sugli errori commessi, li si può anche contare e di conseguenza si può misurare anche il loro impatto economico. Vi accorgerete come all’inizio questa analisi vi sorprenderà per la sua portata economica, ma poi quell’impatto così forte produrrà l’effetto contrario…aumenterà il livello di attenzione, la presenza sarà costante, gli errori e le rotture caleranno sensibilmente. Le perdite inesorabilmente diminuiranno!

Briefing di breve durata, qualche minuto solamente, prime di prendere servizio, potranno aiutarvi a recuperare il livello di attenzione e a portarlo in alto!

Nelle aziende dove queste attività sono state tenute (v.foto)

si è notato come l’impatto economico degli errori commessi è diminuito sensibilmente nella prima settimana, per poi riprendere a crescere nella seconda e nella terza, ma nella quarta settimana dove il briefing mensile era previsto sullo stesso tema sono tornati a calare.

Ergo, i briefing sono stati dapprima organizzati settimanalmente, e successivamente giornalmente nei singoli reparti con sessioni di 5/10 minuti.

Risultati, in quella stessa organizzazione nel giro di due mesi gli errori e le rotture varie sono calati del 93%, con un recupero economico di 37.000,00 € per ogni mese.

Emanuele Addabbo

 

PILLOLE DI COACHING – Quanto è importante il personale in un locale?

Non cercate camerieri, ma piuttosto, cercate addetti alle vendite!

Chi genera valore economico in un locale sono gli “addetti alle vendite”.

Se l’ufficio commerciale dii una grande aziende dovesse funzionare male, salterebbe a gambe all’aria…non vedo perchè lo stesso principio non deve valere nella ristorazione!

Eppure, molti degli imprenditori del settore ignorano questa semplice regola di base, e delegano, quella che è la funzione più importante di qualsiasi organizzazione, cioè LA VENDITA a figure il cui unico criterio di valutazione è:

– Quanto mi costano? (no, quanto mi fatturano, ma quanto mi costano).

A riprova di quello che vado affermando, nella vostra prossima esperienza come clienti in un qualsiasi locale, ponete l’attenzione su come gli addetti alla vendita, pardon, al servizio, sono interessati a fare proposte allettanti o a proporvi alternative, laddove non sia disponibile, ciò che avete chiesto.

Non c’è orientamento alla vendita, e chi non è orientato alla vendita è destinato a subire il peso dei costi di gestione come un male inevitabile.

I COSTI diventano un problema, quando perdiamo di vista i RICAVI!

Emanuele Addabbo